Vuoti di memoria, non sempre è malattia: quando preoccuparsi

Il nome di un attore che non viene in mente, le chiavi della macchina che non si trovano più, un appuntamento rimosso. Piccole dimenticanze quotidiane che nella maggior parte dei casi non devono destare preoccupazione. Ma se gli episodi si ripetono e assumono determinate caratteristiche è bene rivolgersi ad uno specialista.

A cura di Rosita Gangi

Gli altri video di Medicina e ricerca