'Sweet Country', una terra agrodolce, un aborigeno nel 'far west' australiano

Il film del regista aborigeno-australiano Warwick Thornton racconta del suo popolo, rappresentato dall'aborigeno Sam che vive nella fattoria del 'bianco' Fred, in relativa armonia, insieme alla moglie Lizzie. Ma intorno a loro, nell'Outback australiano narrato come il corrispettivo del Far West, gli aborigeni sono gli indiani: privati della propria terra, dei propri diritti e della propria libertà, e ridotti ad una schiavitù identica a quella (di esportazione) che opprimeva gli africani importati negli Stati Uniti. Quando nella zona si trasferisce Harry, un reduce di guerra gonfio di rancore e di aggressività repressa, il fragile equilibrio fra i proprietari terrieri anglosassoni e i loro servi aborigeni salta, e costringe Sam ad una fuga attraverso il cuore del Paese, insieme a Lizzie.

Gli altri video di Venezia 74