Carnevale, ode alla fritola e allo scaleter in dialetto veneziano

Giampaolo Garlato, titolare della storica pasticceria Rizzardini a San Polo, dedica una poesia allo scaleter, il pasticcere. Per i non veneziani, il nome deriva da alcuni dolci, tipo di ciambelle, prodotti per determinate feste e che riportavano segni simili a degli scalini. Durante il Carnevale lo scaleter è un principe della festa e inevitabile finisce al centro della diatriba sulla migliore fritola: veneziana con o senza buco, con crema o zabaione? Noi imparziali le consigliamo tutte (video di Carlo Mion)

Gli altri video di Venetians