Il sovrintendente della Fenice di Venezia racconta il coraggio e la scommessa di ripartire

Il sovrintendente Fortunato Ortombina: "La soddisfazione più grande è stata sentire il pubblico. Mi auguro che il nuovo Dpcm non riduca ancor di più la presenza. In sala si sta distanziati e seduti. Abbiamo avuto un anno difficile, con una perdita che non sto a dirvi, ma riteniamo di dover dare continuità al teatro. Non ci diamo per vinti".

Gli altri video di L'incendio del Teatro La Fenice di Venezia nel 1996