Coronavirus, la pioggia di fake news: "Funzionano perché c'è ansia di informazioni"

VENEZIA. Walter Quattrociocchi, docente di Scienza dell'Informatica a Ca' Foscari, responsabile del laboratorio Data Science and Complexity dell'ateneo veneziano, esperto di dinamiche all'interno delle reti network, spiega perché le nostre chat sono "invase" di fake news sul coronavirus, quale il meccanismo psicologico che le fa diventare virali, come riconoscerle e "difendersi". (intervista di Roberta De Rossi) Qui l'articolo

Gli altri video di Coronavirus in Veneto