Elezioni comunali, ecco l'attacco di Brugnaro al centro storico di Venezia

Il centro storico rimane roccaforte della sinistra. E il neosindaco Luigi Brugnaro si scaglia contro i residenti della città d’acqua, che alle urne gli hanno preferito Baretta e per la presidenza della municipalità - l’unica rimasta estranea all’"ondata fucsia” - hanno votato Marco Borghi, sostenuto dalle liste della galassia dem. «Se i cittadini del centro storico sono convinti che i problemi del turismo li risolva io, "ti ghe domandi a eori 'desso"» la stoccata ai cittadini. «Basta dire che arriva Brugnaro, il provinciale, quello che viene dalla periferia e risolve i problemi del centro storico. Io i cassonetti a Venezia non li pulisco più. Li ho puliti cinque anni e adesso voglio vedere quanti veneziani verranno a pulirli con me. E, sul turismo, basta "magnare e scarseare", basta mangiare e mettere in tasca».

Gli altri video di Comunali Venezia 2020