Trattativa Stato-mafia, lo sfogo di Di Matteo: "Dopo la sentenza ha fatto comodo tacere la verità"

"Dopo la sentenza, per due giorni, stampa e politica ne hanno parlato. Dopo un silenzio assordante per una verità di cui non si doveva parlare". Il pubblico ministero e membro del Csm Nino Di Matteo, a Milano per un evento organizzato da Movimento 5 Stelle e Agende Rosse, si sfoga così dopo che nell'aprile del 2018 la corte d'Assise di Palermo ha emesso la sentenza di primo grado per la cosiddetta trattativa Stato-mafia. "Quella sentenza sbatteva in faccia una verità scomoda e cioè che - ha spiegato - mentre saltavano in aria magistrati e poliziotti una parte dello Stato trattava, che non evitò altro sangue ma ne provocò ulteriore e che molti uomini dello Stato avevano taciuto"

 

di Andrea Lattanzi

Gli altri video di Cronaca