Rezzato, vetrina sfondata e scritte naziste nel bar gestito da una ragazza italo-marocchina

Offese sessiste e razziste scritte con una bomboletta nera sia all'esterno che all'interno del bar. E poi le vetrine frantumate. È accaduto in un bar di Rezzato in provincia di Brescia gestito da una ragazza italiana di origini marocchine costretta a tenere chiuso l'esercizio dopo quanto accaduto. A indagare è la Digos. Nel bar sono stati rotti bicchieri, svuotate bottiglie e tagliate le tende parasole poste all'esterno.
 
di Andrea Lattanzi

Gli altri video di Cronaca