Prescrizione, Di Matteo (Csm) promuove la riforma: "Bloccarla aiuterà anche la lotta alle mafie"

"Stragi e omicidi non corrono rischio prescrizione ma è ovvio che una riforma che sospenda a un certo punto il decorso della prescrizione non può che andare incontro ad un'affermazione di giustizia e verità". Nino Di Matteo, già inquirente nella trattativa Stato-mafia e oggi membro del Consiglio Superiore della Magistratura, dice di guardare "con favore e senza scandalo" alla riforma della prescrizione proposta dal ministro Bonafede, e di non temere tempi allungati nei processi: "Abbiamo strumenti, anche non legislativi, per evitarli". Di Matteo ha spiegato inoltre che "sacche di impunità sono state generate dalla prescrizione, soprattutto per reati corruttivi, spesso imputabili a cosche mafiose".

 

di Andrea Lattanzi

Gli altri video di Cronaca