Gioia Tauro, ancora furbetti del cartellino: così l'impiegato timbrava per tutti

Furbetti del cartellino, ci risiamo: sono 15 i dipendenti 'fantasma', questa volta di Gioia Tauro, Reggio Calabria, per i quali è stata emessa una ordinanza di custodia cautelare dal Gip presso il Tribunale di Palmi, per mancata presenza sul posto di lavoro. Gli indagati sono tutti dipendenti dell'Arsac (Agenzia Regionale per lo Sviluppo dell'Agricoltura Calabrese) e sono stati stanati dagli Agenti del Commissariato di Gioia Tauro, con il supporto di colleghi della Squadra Mobile di Reggio Calabria, dei Commissariati di Pubblica Sicurezza di Siderno e Palmi e del Reparto Prevenzione Crimine di Siderno. Invece di andare a lavorare incaricavano una persona che timbrasse il cartellino per tutti, e nel frattempo svolgevano le più svariate attività: dalla spesa e le passeggiate, allo sport.

Gli altri video di Cronaca