Air Italy, prime lettere di licenziamento. Il dramma di un padre: "E ora come faccio a dirlo ai miei figli?"

"Per me è una bomba, con due figli, una famiglia quasi monoreddito, non vedo un futuro". Giuseppe Banchini, 53 anni, è uno dei 1.322 dipendenti licenziati di Air Italy. In una lunga intervista, racconta le angosce di due anni di cassa integrazione e le paure di un futuro senza lavoro. "Già in tempi normali per un cinquantatreenne come me è difficile trovare un lavoro, "spiega con gli occhi lucidi. "Figuriamoci con la pandemia". Dall'accordo del 2018 siglato fra Meridiana e Qatar Airways che diede vita ad Air Italy, Banchini ripercorre la vicenda della compagnia denunciando "i tanti proclami della politica" cui, però, "non sono seguiti i fatti". "Il governo dei migliori", afferma con una punta di ironia, "è stato il migliore per gli altri, non per noi. Ho un figlio al liceo e uno alle medie", conclude l'ex assistente di volo, "ed è difficile anche solo trasmettere loro la mia difficoltà. Li esorto a superare le loro, ma per lei mie, non so proprio come fare. Servirebbe un mondo migliore".

Di Andrea Lattanzi

Gli altri video di Cronaca